[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” border_style=”solid” padding_top=”20px” padding_bottom=”20px”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” hover_type=”none” link=”” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding=”” dimension_margin=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text]

[/fusion_text][fusion_text]

Manifesto vincitore del concorso per l’immagine della 47° Foire d’été di Aosta, fiera dell’artigianato tradizionale valdostano, e manifesti degli eventi correlati:

La fiera, figlia della più nota e millenaria Fiera di Sant’Orso, si svolge ad Aosta in piena estate.

Il progetto del manifesto, poi ripreso anche per gli eventi ad esso collegati, nasce dall’idea di fondere un elemento tipico dell’artigianato locale con un aspetto legato al territorio valdostano, caratteristico del periodo in cui la fiera ha luogo:

l’estate

Quest’ultima, nel territorio alpino, è sinonimo di “ritorno alla vita”, di quella rinascita che ad altitudini inferiori avviene in primavera ed è caratterizzata dalla fioritura dei prati di montagna.

Il fiore, che cresce dall’oggetto di artigianato, vuole quindi essere veicolo di questo messaggio di vita, intesa come creazione (anche a livello artistico) e crescita, ma anche di occasione di serenità e di festa.

Infine, sullo sfondo dei manifesti, sono create delle textures aventi come filo conduttore strutture tipiche dell’intaglio su legno o su pietra (o ancora delle lavorazioni su tessuto per quanto riguarda il manifesto delle Mostre permanenti), più semplici per la Fiera dedicata agli allievi e più difficili e di pregio per quella dedicata alla Mostra concorso, dove espongono i migliori artisti della Valle d’Aosta.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]